La piccola democrazia dei piccoli Comuni

La piccola democrazia dei piccoli Comuni è in difficoltà da anni.

Provo a non farla troppo lunga, ma se si esclude la propaganda dei social e degli addetti stampa gli elementi per giudicare l’operato di un sindaco sono sempre meno e ormai pochissimi. Di più: molti di loro appartengono alla sfera dell’opinabile come del resto tutta la politica genericamente intesa.

I sindaci sono sempre più isolati dal contesto cittadino e, […] Continua a leggere “La piccola democrazia dei piccoli Comuni”

Nuovi spazi di partecipazione

scritto per Proposta Educativa 3/2016

ImmagineL’ultima volta che sono stato all’assemblea della mia cooperativa di consumo la gente entrava, si accreditava al banco d’ingresso, recuperava la bottiglia d’olio d’oliva promessa nella convocazione e se ne andava. “La prossima volta le distribuisco alla fine, porca di una miseria!”, mi ha confessato l’organizzatore. Direte voi: per forza è una coop.

E invece. L’ultima volta che sono stato all’assemblea dei capi della mia zona c’erano 9 gruppi su 15. Non eran venuti perché il sabato pomeriggio devono fare attività, che siamo scout perché facciamo attività, e la domenica facevano altro, che non si viva mica di solo scoutismo. E il vecchio responsabile di branca l/c è stato “costretto” a rimanere per un altro mandato, l’ennesimo. Direte voi: sarà una crisi della nostra epoca. Continua a leggere “Nuovi spazi di partecipazione”

Il secondo anno in Comune

“[…] e gliel’ho infilato nel c*** pure ner municipio,
e se se votava pe’ er condominio glielo mettevo nel c*** pure ner condominio”.
Roma, 19 giugno 2016

pezzo di merdaSono in ritardo, come l’anno scorso (“Un anno, il primo, in Comune”), ma forse quest’anno ho qualche motivo in più, e uno ha un nome ed un cognome, il mio. E poi c’è stato un po’ di trambusto nella squadra di governo, ma qui non ne parlo, che lo han già fatto in tanti e quasi tutti a sproposito. L’articolo è piuttosto lungo, ma già dal titolo avrete capito che si tratta della “restituzione” di un po’ di quel che ho fatto da quando mi occupo di politica locale dai banchi della maggioranza di Fidenza. Se vi siete già scoraggiati allora aggiungo che c’entrano anche i Gigliati e PokemonGo. Lo so, è click baiting ma è gratis… Continua a leggere “Il secondo anno in Comune”

Per i vostri 18 anni

L’articolo non è mio, ma lo metto anche qui perchè sui social si perde tutto troppo velocemente. E invece questo è un regalo prezioso che deve essere gustato con la calma che si riserva alle cose buone.

Mantellini 18enni ridotto(Discorso per i diciottenni di Fidenza alla consegna da parte del Comune della copia della Costituzione Italiana nel giorno dell’anniversario della Repubblica, 2 giugno 2015)

Buongiorno a tutti. Ringrazio il sindaco per l’invito e voi per essere qui. È curioso, quando mi hanno chiesto di dire qualcosa di fronte ad una platea di diciottenni ai quali è appena stata consegnata una copia della Costituzione, mi sono sentito preoccupato ed intimorito. La Costituzione e i vostri diciotto anni sono una miscela esplosiva. Soprattutto per me che ne ho 53 e che non ho mai ricevuto la Costituzione dalle mani di nessuno. Così alla disperata ricerca di qualcosa di sensato e possibilmente non troppo noioso da dirvi in questa occasione ho provato a ripensare ai miei diciottanni. E ho scoperto che non mi ricordavo niente o quasi. E me ne dispiace perché non c’è dubbio che quello di oggi sia per voi un bivio importante così come lo è stato (o almeno credo) per me tanti anni fa [… continua su Medium]

Le città del futuro nasceranno dal basso

smart_cityscritto con Franco Amigoni

“Smart City” è un marchio che ha indubbiamente avuto negli ultimi anni un grande successo. E’ parso a molti che fosse sufficiente utilizzare quel marchio per accedere quasi magicamente alla città futura, a base di tecnologie straordinarie e di soluzioni per tutti. Naturalmente non è così, e il rischio che si è corso è stato quello di delegare nelle capienti mani delle multinazionali della tecnologia gli investimenti urbani.

Al contrario, le tecnologie devono essere soltanto uno strumento per un fine ben più grande, che può essere scisso in tre concetti: inclusione sociale, sostenibilità, sviluppo economico. Sempre di più occorre partire dai cittadini per utilizzare, anche grazie alla tecnologia, l’intelligenza collettiva di un Continua a leggere “Le città del futuro nasceranno dal basso”

Il nostro impegno in Consiglio Comunale

conscom fidenzaMi han chiesto di rispondere ad una domanda per Il Fidentino, il giornale del Comune che arriva per Natale: “Il suo impegno per un Consiglio comunale al servizio di Fidenza”… lo pubblico anche qui

Lavoro perché la politica locale sappia riscattarsi con trasparenza e partecipazione. L’Emilia ha una lunga tradizione di ottimi amministratori e dirigenti pubblici che negli anni han governato con solidità e solidarietà istituzionale. Ma i tempi cambiano e noi dobbiamo guidarli, non seguirli: ora serve un’evoluzione del principio Continua a leggere “Il nostro impegno in Consiglio Comunale”