Diamo cittadinanza all’attivismo

"Nulla è definitivamente utile, nulla è inutile" (R. Noury)

Alcune vite, alcune donne, alcuni uomini hanno lottato così tanto per i diritti umani e per l’ambiente che le loro gesta risvegliano la nostra voglia di lottare per la giustizia.

Sono quasi degli eroi, fino a pochi anni fa i loro nomi erano dappertutto, i cantanti dedicavano loro i migliori album delle loro carriere, e spesso veri e propri inni musicali. Ognuno ha i suoi: Chico Mendes, Nelson Mandela, Peppino Impastato, Ken Saro-Wiwa, Marielle Franco, padre Ezechiele Ramin, Aung San Suu Kyi.

E poi ci sono le persone normali, quelle che non scelgono deliberatamente di esporsi ad esempio, ma che seguono il loro percorso e si trovano senza volerlo al centro della scena. Senza volerlo, perchè da quella scena ricavano solo rogne. A volte ne ricavano la morte e quindi non sapremo mai se avrebbero apprezzato o vissuto con ritrosia il loro eroismo. Continua a leggere “Diamo cittadinanza all’attivismo”

Piero Terracina è un fidentino

In una bellissima serata organizzata dall’Agesci abbiamo consegnato la cittadinanza onoraria a Piero Terracina, uno degli ultimi superstiti dell’Olocausto che possiamo ascoltare dal vivo. La cosa più bella che potete leggere al riguardo è il saluto dei ragazzi dell’Agesci. Lo trovate cliccando qui.

Ma se volete il mio punto di vista qui c’è il testo dell’intervento che ho scritto, ma non ho letto, chè era troppo bello il clima che si era creato. Continua a leggere “Piero Terracina è un fidentino”