La pericolosa normalizzazione del fascismo

Nel bar sottocasa dove a volte bevo il caffè ci sono dei manifesti con una frase, che avrebbe potuto scrivere mia nonna, ma la firma di Benito Mussolini. Non è un caso, è un pericolo. La settimana che va dal 25 aprile al 1 maggio per me è la più bella dell’anno, l’ho già scritto … Continua a leggere “La pericolosa normalizzazione del fascismo”

Contro il fascismo non puoi astenerti

“Se ti reputi neutrale di fronte ad un’ingiustizia è solo perché hai scelto di esserne parte” Desmond Tutu C’è un film, signor Presidente, che sta girando nei cinema italiani che s’immagina un Benito Mussolini redivivo che torna in Italia nel 2017. Forse qualcuno l’ha visto. Ci pensavo intanto che preparavo il commento alla mozione (in … Continua a leggere “Contro il fascismo non puoi astenerti”

Il dramma di Andra e Tati, e quello dei bimbi di oggi

Il contributo al Consiglio Comunale solenne per celebrare il “Giorno della memoria” Mi ha fregato la coincidenza. Ieri sera, signora Presidente, ho finito di leggere una favola, “La stella di Andra e Tati” (pubblicato della De Agostini), per capire se valeva la pena condividerlo coi miei. E no, non lo farò. Perchè Andra e Tatiana … Continua a leggere “Il dramma di Andra e Tati, e quello dei bimbi di oggi”

Fabbricare l’odio

“Per combattere il razzismo bisogna combattere le diseguaglianze. Se gli stati si occupano solo di frontiere è inevitabile che la politica diventi sempre più identitaria, e quindi violenta.” (T. Piketty) La cittadinanza onoraria alla senatrice Segre è un chiaro segnale della preoccupazione di questa Amministrazione per il crescente sentimento antisemita, un evidenza innegabile che abbiamo … Continua a leggere “Fabbricare l’odio”

5 anni in Comune: di come ho salvato il mondo

“In politica l’unica strada corta è quella lunga” (Turati) Se gli altri anni ci ero andato lungo (1°anno, 2°anno, 3°anno) questa volta ho esagerato, ma continuando a recuperare appunti mi son trovato saltare quasi 6 mesi. Quindi quello che voleva essere un rendiconto del 4° anno si è trasformato in una riflessione, aperta, su 5 … Continua a leggere “5 anni in Comune: di come ho salvato il mondo”

La memoria del 25 Aprile

C’è questa idea che il contrario del fascismo sia il comunismo, ma non è vero: la Liberazione è stata la vittoria di chi lottava per la libertà contro chi difendeva la violenza nazifascista. E la gente è morta per questo. “La memoria costituisce un elemento fondamentale della vita di una nazione. Una nazione vive sulla … Continua a leggere “La memoria del 25 Aprile”

Chi saranno i “Giusti tra le nazioni” di domani?

La Valle Spluga è una diramazione alpina a nord della Val Chiavenna che fa parte della provincia di Sondrio, l’ultima prima della Svizzera. Il suo nome più famoso tra i locali è val di Giüst, che vuol dire valle di San Giacomo, ma è bella anche per il significato che sembra avere nel nostro.(*) È … Continua a leggere “Chi saranno i “Giusti tra le nazioni” di domani?”

La memoria e gli errori di chi la maltratta

Avevo preparato un pezzo per la giornata della memoria che abbiamo celebrato al Ridotto del Magnani, con uno straordinario intervento dei ragazzi del Liceo Classico. Ma il presidente della Comunità Ebraica di Parma si è permesso il lusso, in una giornata listata a lutto e intrisa del dolore per una colpa che a metà ‘900 … Continua a leggere “La memoria e gli errori di chi la maltratta”